Prezzo: Vedi su Amazon.it
«Un romanzo intenso che in un insistito crossover di linguaggi, miti e citazioni, produce un cristallo micidiale rispetto al quale nessuno, davvero nessuno, può dirsi mai al sicuro»
Sandro Veronesi

«Governi lavora la realtà fino al parossismo, costringendola agli indici del disagio mentale e della malattia»
Massimo Onofri

«Non c’è nessuno in Italia, oggi, che prenda sul serio l’essere romanziere come Massimiliano Governi; nessuno che viva l’esperienza di vivere di letteratura con la sua stessa furiosa, folle intensità»
Edoardo Nesi

A ottobre in libreria

MASSIMILIANO GOVERNI

Il calciatore

€ 12 – pagg. 144
Collana Dal Mondo

Il libro

Roma. Un uomo di trent’anni è rinchiuso in una Cinquecento davanti a un palazzone della Garbatella. È imbottito di pasticche, sta delirando.

O forse è lucido, troppo lucido. Sta aspettando che passi Mario Malatrasi, il suo vecchio allenatore di calcio. Vuole ucciderlo. È lui il colpevole delle tante delusioni che la vita ha già riservato a chi ormai ha deciso di vendicarsi, di aggredire, di esplodere dopo troppi anni di rancori, frustrazioni, impotenze.

Sullo sfondo di una Roma anni ’90 che, tutto sommato, non è così diversa da quella attuale, Il calciatore è la storia di un perdente folle e di talento, tanto improbabile quanto capace di suscitare simpatia, condannato all’insuccesso e a un grottesco degrado.

Tutto il racconto, giocato in una delirante rovesciata nel tempo, si fonda su una lunga, ininterrotta metafora: l’io narrante, tagliato fuori dal gioco dell’esistenza, deve trovare un bersaglio, un nemico per far esplodere rabbia e senso di nullità, odio e fragilità. Una scrittura secca, efficace e lucida, una storia magistralmente costruita e raccontata.

Acquista su Amazon.it

L’autore

Massimiliano Governi è nato a Roma, dove vive. Con il suo romanzo d’esordio, Il calciatore (pubblicato per la prima volta nel 1994 da Baldini e Castoldi e ora riproposto in una nuova edizione), ha segnato una delle stagioni letterarie più calde del nostro paese.

Ha pubblicato L’uomo che brucia(Einaudi, 2000), Parassiti (Einaudi, 2005), Chi scrive muore (Bompiani, 2011), Come vivevano i felici (Giunti 2013) e La casa blu (Edizioni E/O, 2016).