Jeff Bezos ha superato Bill Gates sul podio di uomo più ricco al mondo.

Il fondatore di Amazon vale 90,6 miliardi di dollari, 500 milioni in più di patron di Microsoft.

Nonostante gli attacchi al presidente americano in campagna elettorale, Bezos deve anche a Donald Trump e al “rally di Wall Street” innescato dalla sua vittoria la volata dei titoli Amazon, saliti del 40% nel 2017.

Chi è Jeff Bezos

jeff bezos

Jeff Bezos nel 1995

Jeffrey Preston Jorgensen nasce ad Albuquerque, nel Nuovo Messico, da Jacklyn Gise e Ted Jorgensen.

La madre era ancora un’adolescente, il cui matrimonio durò poco più di un anno. Quando Jeff aveva quattro anni, la madre si risposò, questa volta con Miguel Bezos.

Miguel era nato a Cuba ed era emigrato, a soli quindici anni, negli Stati Uniti. Dopo il matrimonio, la famiglia si trasferì a Houston nel Texas, dove Miguel diventò un ingegnere di Exxon.

Jeff Bezos si laurea presso l’Università di Princeton nel 1986 e poi lavora a Wall Street nel settore informatico.

Successivamente lavora sulla costruzione di una rete per il commercio internazionale di una società conosciuta come Fitel e per una società finanziaria, la DE Shaw & Co.

Nel 1994 Bezos lascia il suo lavoro per fondare nel suo garage Amazon.com.

Nel 1999 viene nominato dal settimanale Time persona dell’anno.

Il 6 agosto 2013 ha comprato per 250 milioni di dollari il Washington Post.

Da allora Amazon ha ‘conquistato’ il mondo, innescando una vera e propria rivoluzione dello shopping e mandando in pensione i tradizionali grandi magazzini.

La prossima sfida è ora la conquista del mercato alimentare: un settore che vale 600 miliardi di dollari ed è caratterizzato da consumatori che ancora preferiscono scegliere di persone la frutta e la verdura.

Jeff Bezos, un successo chiamato Amazon

amazon books

Amazon Books

L’ascesa di Amazon a colosso mondiale è coincisa con quella di Bezos, che detiene il 16,9% della società.

Bezos ha iniziato il 2017 come quarto uomo più ricco al mondo, poi ha superato prima il patron di Zara Amancio Ortega e poi Warren Buffett. Adesso, l’impresa “impossibile” del salto sopra Bill Gates.

Vero è che il fondatore di Microsoft ha donato a intenti di filantropia la maggior parte della sua ricchezza: Gates è infatti con Buffett il creatore di ‘Giving Pledge’, iniziativa che incoraggia i miliardari a donare almeno la metà della loro fortuna in beneficenza.

Finora Gates ha donato 31,1 miliardi di dollari, una cifra che rende ridicoli i 100 milioni donati da Bezos.

Ma anche su questo fronte il patron di Amazon vuole recuperare ed ha iniziato su Twitter una raccolta di idee per iniziative di beneficenza.