Chiunque abbia mai provato a scrivere qualcosa sa che avere dei riferimenti e dei modelli è importantissimo.

Siamo ispirati da autori che amiamo, dai testi che leggiamo, e ciascuno di questi si trasforma anche inconsciamente in una bussola per il nostro scrivere.

Esistono poi autori che non si tirano indietro di fronte all’inafferrabile arte di mettere su carta (analogica o digitale) la propria idea sulla creatività

Nel 2010 il noto autore di culto Elmore Leonard pubblicò una lista di 10 regole di scrittura sul The New York Times, anche se queste erano “nate”, per così dire, un decennio prima.

Era il momento per dare voce ad una delle penne di punta della stagione letteraria e cinematografica, un cervello sempre attivo e curioso che risponde al nome di Neil Gaiman. A lui dobbiamo Stardust, Coraline, American Gods e tanti altri capolavori della fantasia (tenete d’occhio Amazon Prime Video e l’arrivo della serie Buona Apocalisse a tutti!, dal libro scritto a quattro mani con quel geniaccio di Terry Pratchett)

Ecco dunque, come furono pubblicate sul Guardian, le sue regole di scrittura:

1. Scrivi

2. Metti una parola dietro l’altra. Trova la parola giusta, buttala su carta.

3. Finisci quello che stai scrivendo. Qualunque cosa tu debba fare finiscilo, finiscilo.

4. Mettilo da parte. Poi leggilo come se tu non l’avessi mai vista prima. Mostralo agli amici di cui rispetti le opinioni e che adorano il genere di cui hai scritto.

5. Ricorda: quando qualcuno ti dice che c’è qualcosa di sbagliato o che a loro non torna, di solito ha ragione. Quando le persone ti dicono esattamente cosa pensano che tu abbia sbagliato e come cambiarlo, invece, probabilmente sono loro a sbagliare.

6. Correggi il testo. Ricordati che prima o poi, prima di raggiungere la sospirata perfezione, dovrai accettare e lasciar andare quello che hai scritto per passare ad altro. La perfezione è come cercare di acchiappare l’orizzonte: continua a muoverti.

7. Ridi alle tue stesse battute.

8. La regola principale della scrittura è che se lo fai con abbastanza sicurezza e fiducia nelle tue capacità, puoi fare tutto quello che vuoi. (Può essere una regola di vita ancora prima che di scrittura. Ma è certamente valida per la scrittura). Perciò, scrivi la tua storia come deve essere scritta. Scrivila con sincerità e raccontala al meglio delle tue possibilità. Sono sicuro che non ci sono altre regole. O almeno, nessun’altra che conti di più.

Se ti interessano altre regole di scrittura, pensate e realizzate da un maestro riconosciuto della creatività, puoi andare a leggere quelle di Kurt Vonnegut che riguardano le buone storie.

Altrimenti, i consigli di Zadie Smith, che ti saranno sicuramente di ispirazione!