Nonostante in vita sia stato uno dei principali avversari dello streaming, Prince vedrà i suoi video musicali online, per volere dei suoi eredi, come già successo per le canzoni su Spotify.

Per anni l’artista si era strenuamente opposto ad ogni forma di pubblicazione dei video su YouTube, con un metodo maniacale di eliminazione dei suoi contenuti sul digitale, con buona pace dei fan. Arrivò persino a fare causa a YouTube ed eBay per uso improprio della sua produzione artistica.

Prince è stato uno dei primi artisti a pubblicare e vendere online la sua musica, come protesta verso le major discografiche, ma voleva avere il controllo di tutto.

Su YouTube adesso è tornata una piccola ma significativa parte dell’archivio video di Prince, da When Doves Cry a Let’s Go Crazypubblicati sul canale ufficiale.