Werto, il ragazzo che suona il Game Boy, ha pubblicato un nuovo album dal titolo Opèa.

Il musicista catanese compone da anni pezzi basati esclusivamente sulle sonorità della console degli anni ’90, cara a tanti ragazzini dell’epoca.

Werto compone ed esegue la sua musica direttamente dal Game Boy, come è possibile vedere in una delle sue performance dal vivo, ed è stato in passato invitato a suonare per NEXT di La Repubblica, Arezzo Wave e numerosi altri festival.

“In tanti anni di pianoforte non ho mai abbandonato quel mondo che da bambino mi ha donato il desiderio di comporre colonne sonore per videogiochi, come due capisaldi si sono sempre mossi di pari passo”.

“Ho cominciato e continuo per passione seguendo ciò che mi ispira di più, non sapevo chi avrebbe gradito e a partire da quale età. È però gratificante quando durante i concerti, oltre gli adulti, si divertono persino i bambini, che sono ben lontani dall’aver vissuto come me l’epoca d’oro del Game Boy”.

La musica di Werto fa incontrare il viaggio del protagonista di un videogioco, fatto di ostacoli, sfide e premi, con un viaggio interiore, più sfaccettato e contraddittorio, nel quale l’ascoltatore può immergersi e immedesimarsi.

In Opèa confluiscono anni di ricerche, suggestioni e riflessioni. Opèa è il nome di una costellazione del mare, è un gioco di parole tra Cassiopea regina del Cielo e Opah detto anche pesce re.

È un luogo vivo, marino e celeste, fulcro di spensieratezza, rigoglio, bellezza e distacco. Nel viverlo non esiste l’immaginario del “pesce mangia pesce” e della “lotta per la sopravvivenza”.

“Questo nuovo album esce in estate per contribuire a quest’atmosfera spensierata, vivo in Sicilia: sole e mare fanno parte del mio dna.”

Opèa è disponibile su BandCamp e presto sarà disponibile anche su altre piattaforme.

Per approfondire visitare il sito internet Werto.net e la pagina Faceboo Pagina Facebook